Planet GIS ITALIA

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXV, n. 1, 2017

    Timoty Tambassi
    Ontologia e rappresentazioni spaziali. La geografia antica e la distinzione tra geografia classica e geografie non classiche

    Il proliferare di progetti finalizzati alla costruzione di ontologie a carattere geografico ha consentito un generale ripensamento del rapporto tra ontologia e geografia, finalizzato a discutere criticamente le assunzioni filosofiche su cui si struttura l’indagine geografica e a...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXV, n. 1, 2017

    Orazio La Greca
    Raimondo Franchetti: viaggiatore, esploratore, nazionalista, indipendente

    Il barone Raimondo Franchetti (1889-1935), nato in una delle famiglie ebree più facoltose d’Europa, ha un caratteredifficile, ribelle, inconcludente negli studi, ma -animato dal fascino dei romanzi di Emilio Salgari -è attratto dal senso dell’avventura, dell’esotismo, dalla caccia grossa e dalla passione per i viaggi. Nel 1905 muore...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXV, n. 1, 2017

    Vladimiro Valerio
    Relazione storico-scientifica sul globo terrestre di Cornelis De Jode, Anversa 1594

    Lo studio è stato svolto per il rilascio di un consenso all’esportazione di un raro globo olandese, realizzato ad Anversa da Cornelis de Jode nel 1594.Lo studio è stato sviluppato secondole linee guida descrittenella premessa metodologica necessaria per stabile il valore e l’importanza del globo inteso come documento...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXIII, n. 3, 2015

    Arturo Gallia
    Circolazione e persistenza dei saperi geografici in età moderna. La descrizione del Nilo nella letteratura scientifica e odeporica

    Attraverso la lettura di tre descrizioni del corso del Nilo in età moderna, si vuole mettere in luce la diffusione dei saperi geografici d’epoca classica negli ambienti culturali e scientifici europei e arabi. L’opera di Erodoto, com’è noto, era ben conosciuta sia sulla sponda...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXV, nn. 2-3, 2017

    Nicola Gabellieri, Massimiliano Grava
    Il censimento dello Stato vecchio di Toscana del 1632. Un progetto di ricerca tra geostoria e historical webGIS/cloudGIS

    Il presente contributo propone alcune considerazioni sui risultati della georeferenziazione di una serie di fonti geostoriche del Granducato di Toscana prodotte tra il XVII e il XIX secolo. Le fonti utilizzate in questa ricerca sono il Catasto generaledella...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXIII, n. 3, 2015

    Emilia Sarno
    L’Inchiesta murattiana e la qualità della vita. Un caso di studio nel Mezzogiorno del 1811

    Il contributo analizza nel dettaglio l’inchiesta − ovvero la Statistica − voluta da Murat, re di Napoli, per conoscere il territorio del Regno nel decennio francese (1806-1815). L’indagine, effettuata nel 1811, è una testimonianza significativa per gli studi geografici perché fornisce informazioni territoriali,...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXV, nn. 2-3, 2017

    Timothy Tambassi
    Sulla nozione di entità geografica: mappando il dibattito geo-ontologico

    Il dibattito geo-ontologico ha delineato almeno tre diverse strategie per specificare cosa si intenda con la nozione di entità geografica. Obiettivo di questo articolo è analizzare le specificità e i problemi derivati da tali strategie, distinguendone i diversi presupposti e aspetti metodologici. Nella prima parte, ci soffermeremo...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXIV, nn. 1-2, 2016

    Luisa Rossi 
    Presentazione e Il segno e il colore. Il paesaggio sotto la lente della topografia tra Sette e Ottocento

    I primi anni del XIX° secolo sono fondativi nel processo di rinnovamento della topografia. Tale processo ha le sue premesse negli ambienti scientifici e culturali settecenteschi e trova nella commissione riunita sotto il Direttorio nel 1802 il primo momento di discussione ufficiale. Tutti gli aspetti...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXIV, nn. 1-2, 2016

    Nicolas Verdier
    Ai limiti della figurazione cartografica. Il paesaggio come luogo di separazione fra veduta e carta

    La question de la séparation entre la science et les arts est régulièrement décrite comme s’opérant au XVIIIe siècle, voire au tournant des XVIIIe et XIXe siècles. Dans les faits les choses sont bien plus complexes, et chercher une séparation stricte n’a probablement que peu de sens. En...

  • 26/03/2018 - 16:08

    «Geostorie», anno XXV, nn. 2-3, 2017

    Simona Onorii
    I luoghi de Le confessioni d’un italiano di Ippolito Nievo

    Il saggio analizza il capolavoro di Ippolito Nievo, Le confessioni d’un italiano, prendendo in esame gli spazi geografici descritti all’interno del romanzo storico: da Fratta all’ottica cosmopolita che si amplia nell’inserimento del quadro epistolare costituito dal diario di Giulio nella struttura memorialistica principale. La geografia delle...

Need help?

Feeds shows the latest news items retrieved from the site's feeds. You can switch the display between articles, condensed list, and map display modes using the icons at the top right.

Embed
Copy and paste this code to your website.
User login
3:16am April 21+1:00 GMT